perché tutto questo?

Nell’aprile del 2016 ho adottato una vespa px 150 per avverare un sogno che avevo già da molti anni. Da quel momento non l’ho mai più lasciata, ogni fottutissimo giorno di sole, di pioggia, con tempeste di vento e neve l’ho guidata senza staccarmi da lei e la cosa più importante senza stancarmi di lei. Amore a prima vista, amore eterno, amore divino fino alla nostra morte. Calypso è la vera protagonista della nostra storia, della nostra avventura, della nostra vita. Oltrepassare l’estremo oriente fino ad un lungo e possibile stop in Giappone per un mio personale piacere alla scoperta di una cucina amata in tutto il mondo e per la sua affascinante e bizzarra cultura. Un lento e lungo viaggio in solitaria come meditazione per la mia crescita d’essere umano.

Dal duemilasedici ben 4 viaggi sulle mie spalle e sulle ruote di Calypso per un totale di 24000km:

Prato-Berlino”

Berlino-Goteborg-Copenaghen-Berlino”

Berlino-Chefchaouen-Berlino”

Berlino-Capo Nord-San Pietroburgo-Berlino”

ed ora “Berlino-Tokyo”

paesi oltrepassati:

paesi da oltrepassare:

Croazia, Bosnia, Montenegro, Albania, Macedonia, Grecia, Turchia, Georgia, Armenia, fino a qui spero bene, poi Iran e Pakistan mi hanno negato l’accesso via terra per motivi di sicurezza in caso di attentati o guerre e quindi dovrei spedire la vespa in India, comunque prima di mettere Calypso in un aereo-cargo, il popolo islamico mi vedrà piantonare le proprie frontiere pregando in cinese. Dopo l’India arriva il Nepal e poi la Cina, anche lì altro divieto di passaggio perché è proibito guidare con il mezzo proprio e per la mancanza della loro patente di guida. Assurdo!!! visto l’affluenza di cinesi nel nostro paese. Dio maiale mi verrebbe da scrivere. Comunque anche alla frontiera con la cina avverrà il mio piantonamento discutendo in platese. Se tutto non va secondo i miei piani continuerò per il Myanmar, Laos, Thailandia, Cambogia, Vietnam e poi verso lo sperato e desiderato Giappone. Questo è. All’avventura, sperando di arrivare a destinazione sano e salvo, se così non fosse vorrà dire che sarò morto lungo la strada con la conseguente spedizione in Italia della mia salma e di Calypso.

Il mio testamento:

cremazione del mio corpo insieme a Calypso

vietato il funerale

spargimento delle nostre ceneri sulle montagne dell’himalayas

donazione a chi ne ha bisogno di tutti i miei oggetti personali

e vaffanculo a tutti:)